pokerstars.it

Salvatore Bonavena è il primo campione EPT italiano!

I giocatori italiani nelle ultime tappe EPT hanno stabilito innnumerevoli record. Guardando al numero di giocatori iscritti per nazione vediamo che l'Italia è stata la nazione a portare più giocatori in 3 su 5 tappe di questa stagione. I giocatori Italiani sono ormai una presenza costante ai tavoli finali, Daniele Mazzia a Barcellona, Gino Alacqua e Marino Serenelli a Budapest, Dario Minieri e Andrea Benelli a Varsavia e addirittura tre rappresentanti (altro record) al tavolo finale di Praga. In Italia è scoppiata l'EPT mania!

Ottanta giocatori italiani su 570 iscritti totali, fin dall'inizio si sentiva profumo di vittoria. Gli italiani con la loro passione e tenacia l'hanno desiderata a tal punto che il sogno è diventato realtà! Un'emozione grandissima sentire l'inno italiano cantato dai tifosi stretti intorno al tavolo finale per sostenere i tre eroi italiani della repubblica Ceca: Massimo Di Cicco, Francesco Cirianni e soprattutto Salvatore Bonavena.

L'EPT di Praga ci ha regalato un testa a testa finale tutto italiano, uno dei più belli mai visti all'EPT. Alla fine a regalare l'attesa prima vittoria all'Italia è stato Salvatore Bonavena.

_MG_0283_Neil Stoddart.jpg

Salvatore stringe la sua coppa avvolto dalla bandiera tricolore. Ha lo sguardo incredulo, quasi trema e ancora non sembra rendersi conto dell'incredibile risultato che ha ottenuto. Il Campione dell'EPT di Praga ha fatto 2000 km in macchina accompagnato dall'amico e compagno di innumerevoli avventure pokeristiche Francesco Cirianni. I due amici erano al tavolo insieme, un sogno per entrambi e per Salvatore un ricordo indimenticabile che rimarrà nella storia.

Tornerà a casa con uno dei titoli più prestigiosi che un giocatore di poker possa ottenere e più ricco di €774.000, un premio che gli darà l'opportunità di coltivare al meglio il suo talento di giocatore.

Non è solo la sua vittoria, è una vittoria per tutta l'Italia! La rumorosissima tifoseria lo ha accompagnato passo passo verso la vittoria e con lui hanno vinto tutti gli amici italiani che hanno preso parte a questa incredibile avventura.

_MG_03233_Neil Stoddart.jpg

Bonavena ha trionfato dopo 264 mani giocate in più di 12 ore di gioco al tavolo finale. Nel testa a testa finale ha battuto un altro Italiano Massimo Di Cicco e l'amico Francesco Cirianni ha raggiunto invece il quinto posto. Il loro successo porterà sicuramente una ancora maggiore ondata di interesse verso il poker che già è in fase di esplosione in Italia.

Cori da stadio come in una partita di calcio, ed anche questo sport è un candidato ideale per suscitare gli stessi entusiasmi e lo stesso amore che il calcio di storica tradizione suscita nei cuori degli italiani.

Salvatore Bonavena era partito da ultimo al conteggio delle chips il terzo giorno di gara. Ha usato tutta la sua tenacia la sua abilità e la sua fortuna per raggiungere questo risultato. Da ultimo a primo in una corsa entusiasmante caratterizzata da gioco brillante e incredibili colpi di fortuna.
La mano finale è arrivata all'una di notte quando Bonavena con 7-8 di quadri ha superato Massimo Di Cicco che aveva A-4 all in su un flop otto carta alta.

I due finalisti avevano fino a quel momento superato uno dopo l'altro tutti gli avversari al tavolo finale. Il primo ad essere eliminato è stato lo spagnolo Raul Mestre nella seconda mano giocata al tavolo finale.
Segue l'eliminazione del tedesco Nasr El Nasr che con K-J cede alla coppia di 10 in mano a Chen.

_MG_7928_Neil Stoddart.jpg

Nasr El Nasr

L'unico rappresentante scandinavo al tavolo finale, il finlandese Fredrik Nygard è eliminato al sesto posto dopo lo scontro con doppia contro poker al flop del greco Konstantinos Alexiou e infine con A-8 battuto da Chen con Q-2.

Dopo questa mano il torneo sembra completamente dominato dal giovane canadese Andrew Chen che nonostante i suoi 20 anni dimostra una grandissima maturità ed esperienza.

_MG_0058_Neil Stoddart.jpg

Andrew Chen

Chen ha raggiunto da poco il tavolo finale di un torneo LAPT in Costa Rica, e qui a Praga ha mostrato a lungo la sua superiorità al tavolo. In particolare ha mostrato grandi capacità di lettura dell'avversario in una mano molto particolare contro Alexiou in cui aveva intuito che il greco aveva mancato il suo progetto di scala al river e lo aveva visto con asso carta alta aggiudicandosi un piatto da quasi un milione di chips. Sembrava destinato a vincere il torneo ma molte altre mani sarebbero seguite al tavolo finale.

_MG_9685_Neil Stoddart.jpg

Franco Cirianni

Franco Cirianni ha lasciato il torneo al livello 26. Rimasto short aveva più volte tentato l'all in ma al terzo tentativo si è trovato a scontrarsi con Chen che aveva in mano A-Q. Cirianni ha solo A-8 e la sua mano non migliora fino al river, perdiamo quindi al quinto posto il primo dei tre italiani in gara al tavolo finale.

Alexiou è il successivo eliminato. Il giocatore greco era uno dei favoriti per la vittoria, aveva sempre avuto a suo vantaggio numerose chips. La mano che lo vede eliminato è una coppia di tre che si scontra con K-Q di Salvatore Bonavena. Il river è un K che concede il piatto all'italiano e rimangono dunque in tre a contendersi il titolo.

A questo punto Chen si trova stretto d'assedio dai due italiani e dopo aver subito un primo duro colpo con coppia K-K contro Salvatore Bonavena che con A-5 trova un asso sul board, viene definitivamente eliminato trovandosi nello scontro finale con la mano peggiore K-Q contro A-6 ancora una volta in mano a Bonavena.

Eliminato Chen l'Italia può già festeggiare, il testa a testa finale è tra due italiani è quindi già record stabilito, abbiamo il primo vincitore EPT italiano, resta da stabilire il suo nome. Bonavena apre la sfida con un vantaggio tre a uno in chips ma Di Cicco, unico qualificato online su PokerStars al tavolo finale, dimostra di avere le armi necessarie per poter ribaltare la situazione.

_MG_9732_Neil Stoddart.jpg

Massimo Di Cicco

Riesce infatti a raddoppiare portandosi in parità ma Bonavena trova una coppia di otto poco dopo e su un flop 8-3-2 tutto di cuori che si presta molto bene al bluff fa il call che gli asssegna il titolo. A prendere l'iniziativa andando all in era Di Cicco e Salvatore che ha top pair con 7-8 decide ancora una volta di fare un coraggioso call. Massimo Di Cicco ha A-4 senza nessun cuori e Salvatore con la sua coppia di otto si aggiudica il piatto e il titolo di primo campione EPT italiano.

Ecco le immagini dello splendido tavolo finale con tutti i migliori colpi dei giocatori italiani.


Ed ecco anche l'intervista finale di Salvatore Bonavena che racconta le sue emozioni dopo la vittoria, accanto a lui Gino Alacqua finalista lo scorso anno.


Come sempre vi saluto con una delle splendide immagini di Praga frutto dell'ottimo lavoro di Neil Stoddart. Il prossimo appuntamento con l'EPT è alle Bahamas dove seguiremo anche la squadra italiana in finale alla World Cup of Poker.

_MG_8788_Neil Stoddart.jpg

Da Praga è tutto, l'appuntamento con questa meravigliosa città è al prossimo anno.

Buonanotte a tutti!

Archivio