pokerstars.it

Jennifer Carter non lascia ma raddoppia: l'amateur canadese vince un altro Platinum Pass per il PSPC di Barcellona 2020!

C'è riuscita di nuovo. Jennifer Carter, 44 anni, canadese, sposata, madre di due figlie e giocatrice di poker amatoriale è stata capace di aggiudicarsi anche quest'anno, il secondo consecutivo, un Platinum Pass per il PokerStars Players No Limit Hold'em Championship (PSPC), ossia il ricchissimo torneo live che ha esordito lo scorso gennaio alle Bahamas durante il PCA - e che l'anno prossimo avrà luogo dal 20 al 24 agosto presso il casinò di Barcellona.

jenn-carter-pspc-start-e1572548863433.jpegJennifer Carter, altro Platinum Pass per lei!

Nel 2018 la giocatrice nordamericana era riuscita a trasformare in realtà quello che è nei fatti un sogno praticamente impossibile: vincere un freeroll PokerStars da 21mila giocatori per ottenere un ticket da 30mila dollari. Quest'anno, invece, per aggiudicarsi quel pass che copre il buy-in e le spese di pernottamento, ha dovuto battere "soltanto" 400 concorrenti. Tutto online, sul suo telefono, attraverso l'app mobile PokerStars, e tutto finché era affaccendata in vicende meramente domestiche.

Jennifer era rimasta positivamente colpita dall'avventura vissuta lo scorso anno, quando aveva portato la famiglia in vacanza alle Bahamas finché lei, al casinò, giocava contro pokeristi che fino a quel momento aveva visto solo in TV. "Alle Bahamas ho conosciuto tanti giocatori, alcuni dei quali viaggiano per giocare a poker, e questo mi ha messo in testa la voglia di fare lo stesso. Sapevo che qualcuno vive in questo modo, ma prenderne coscienza in prima persona è stato fantastico. Ho visto tutte le 60 ore di copertura quando sono tornato a casa", racconta direttamente da Toronto. "E la frequenza con cui sono stata citata durante lo stream è stata elettrizzante, ci penso ogni giorno."

nick-spraggy-jenn-tyson-300x169.jpegJennifer Carter con Nick Walsh, Ben Spragg, Carter 
e Tyson Apostol al PSPC 2019 (Bahamas)

Così, tentando di intraprendere lo stile di vita del giocatore professionista, lo scorso aprile va a Reno, Nevada, per l'evento di poker Run it up Reno. Vissuta l'esperienza, però, tutto rientra negli standard precedenti: solita vita, solito lavoro nel negozio di filati e, soprattutto, solite partite di poker dal telefono. Ed ecco che si ripresenta la possibilità di vincere il pass.

Così ci riprova, questa volta attraverso il Mega Path, un torneo di satelliti formato da quattro step. "Devo aver provato quel primo step da $2 una cinquantina di volte", ha confessato. "Ho ricevuto quattro o cinque biglietti per lo step 2 e ho affrontato lo step 4 per due volte".

Sulla sua strada incontra alcuni amici conosciuti durante il PSPC 2019, tra i quali Aasif Warris e Willie Elliott. "La cosa migliore era sapere che c'erano tanti amici pokeristi che mi stavano seguendo. Da parte mia inviavo loro aggiornamenti live, screenshot compresi. Molto divertente. Metà di loro non capivano a cosa stessi giocando. E si chiedevano: qual è il premio? Cos'è esattamente un Platinum Pass?"

jen-carter-playing-pspc-300x200.jpegJennifer in azione alle Bahamas lo scorso anno

Il secondo tentativo allo step 4 si è rivelato vincente: l'impresa era stata realizzata, di nuovo. "Non appena ho vinto sono saltata in piedi urlando di gioia che ce l'avevo fatta, avevo vinto un altro Platinum Pass, e saremmo andati a Barcellona. È divertente che questa avventura si ripeta, erano tutti entusiasti. E poi si è scatenato l'inferno con i messaggi degli amici di Facebook e Twitter. È stato grandioso".

Questa seconda volta il percorso di Jennifer è stato un po' più semplice, perlomeno sotto l'aspetto numerico. Ciononostante, la giocatrice era molto scettica. "Pensavo non ci fosse nessuna possibilità. Poi sono riuscita a liquidare qualcuno e, in altre occasioni, sono stata fortunata... insomma, una questione di varianza. Nessuno si aspetta mai di vincere e, quando succede, sembra un colpo di fortuna."

Ma se riesci in un'impresa del genere per due volte consecutive, quanto pesa la fortuna? Se vinci per due volte di seguito un Platinum Pass, qualcosa di giusto lo dovrai pur fare. O no?

"Non so come abbia potuto farcela", commenta la canadese. "È incredibile, durante questo torneo stavo cuocendo muffin prima e facendo i piatti poi. Nel momento dello step 4, poi, ero seduta a letto, lavorando a maglia. Non ho un bankroll perché non riesco nemmeno a vincere un torneo da un dollaro. Ma posso vincere i più grandi. Davvero, non capisco."

jen-carter-yarn-shop-225x300.jpegJennifer Carter nel negozio di filati

Che dire? Forse che a volte, nella vita, è meglio smettere di chiedersi il perché delle cose e seguire il flusso. In sostanza, esattamente quello che sta facendo Jennifer, che non vede l'ora di far fare alla sua famiglia il primo viaggio transoceanico e ritrovare gli amici del primo PSPC.

"Sono emozionata, è incredibile", commenta la giocatrice.

Insomma, l'appuntamento nell'agenda di Jennifer e famiglia è già scritto. La ritroveremo a Barcellona. Al casinò, dal prossimo 20 agosto.

Archivio