pokerstars.it

PSC Barcellona: Sorensson vince il Main Event per €987.043, Sorrentino è 3°

Il tavolo finale di oggi poteva essere la consacrazione di Andre Akkari, che avrebbe centrato la sua prima grande vittoria nel circuito PokerStars, o l'impresa epica di Raffaele Sorrentino, in cerca di una doppietta incredibile, ma è finita in un modo che nessuno avrebbe immaginato. Il PokerStars Championship Main Event di Barcellona si conclude con la vittoria di Sebastian Sorensson per €987.043 su Lachezar Plamenov Petkov, che incassa invece €917.347. Raffaele "raffibiza" Sorrentino esce in coinflip al 3° posto ma solo dopo aver chiuso un deal sul podio. Al giocatore azzurro va una corposa moneta da €850.110 che ha il sapore dell'incredibile dopo il trionfo ottenuto qualche mese fa a Monaco, dove aveva conquistato un premio da €466.714.

8G2A4045_PCBAR2017Sebastian_Sorensson_Neil Stoddart.jpgSebastian Sorensson è il nuovo campione PSC

La favola di Sebastian Sorensson però è ancora più bella rispetto a quelle di Akkari e Sorrentino. Il nuovo campione del PokerStars Championship è (o forse era, visto il risultato appena ottenuto) un magazziniere 27enne al suo secondo torneo live e fino a due settimane fa giocava i microlimiti. Ha conquistato la sua chance nel Main Event di Barcellona qualificandosi online con un satellite da $200. Le lacrime che ha versato e le emozioni esternate dopo l'ultimo shodown hanno detto più di quanto si possa scrivere. "Ancora non ci credo" ha dichiarato a caldo, "Quando sono arrivato al Day 3 mi chiedevo: cosa sta succedendo?". Dopo aver vinto quasi un milione di euro gli hanno chiesto se sarebbe tornato a lavoro, lui ha risposto: "è un buon posto dove lavorare, e faccio un saluto ai miei colleghi". Trionfare fra 1.682 partecipanti in uno degli eventi più importanti al mondo non è da poco, provate a immaginare che emozione ha provato questo outsider. Questa vincita ha davvero cambiato la sua vita, più di quanto l'avrebbe cambiata ad Akkari e Sorrentino.

8G2A3398_PCBAR2017Final_Table_Neil Stoddart.jpgIl tavolo finale

Il primo giocatore ad abbandonare il tavolo finale è Usman Siddique, la mano che lo vede uscire si svolge durante il 33° livello (bui 125.000/250.000, ante 25.000) ed è un coinflip, probabilmente il più pesante della sua carriera. Apre Andre Akkari a 550.000 con J♠8♠ da MP, Siddique shova 5.125.000 con 6♦6♥ dal cutoff ma Brian Kaufman Esposito si isola mettendo dentro 5.550.000 con A♣K♣ dal piccolo buio.

Siddique vs Kaufman

Il flop è liscio, T♣4♥4♦, è però il turn a gelare il britannico, un K♦ che cambia tutto, e nulla conta il T♣ al river: Siddique è 6° per €252.000.

8G2A3464_PCBAR2017Usman_Siddique_Brian_Kaufman_Neil Stoddart.jpgSiddique lascia il torneo

Raffaele "raffibiza" Sorrentino non si risparmia e gioca diversi piatti, senza però molta fortuna. Prova a bluffare, ma riesce anche a passare là dove Colpo su colpo, Sorrentino perde il vantaggio che aveva e si riduce fra gli stack più corti del tavolo. Durante il livello 36 (250.000/500.000, ante 50.000): viene messo ai resti da Brian Kaufman Esposito, ormai chipleader, che pusha A♥6♦ dal piccolo buio. Sorrentino vede le sue carte, A♦Q♣, e fa call.

Kaufman vs Sorrentino

Il board sorride all'italiano: K♦7♣T♠7♥9♣. Kaufman così scende e diventa lo short stack del tavolo.

Bastano però poche aperture a erodere gli stack e non ci vuole molto a vedere Sorrentino nuovamente alle corde. Sembrava davvero finita la corsa dell'azzurro quando ha rischiato l'eliminazione contro Andre Akkari: il brasiliano apre Q♠Q♣ da cutoff per 1.100.000, "raffibiza" manda i resti con A♦Q♦ per poco più di 7 milioni.

Akkari vs Sorrentino

Si va allo showdown ed escono K♣9♥4♥ al flop, neanche il 2♥ del turn cambia gli equilibri, ma al river casca un miracoloso A♥ che permette a Sorrentino di tornare in testa al chipcount con quasi 15 milioni.

8G2A3561_PCBAR2017Raffaele_Sorrentino_Neil Stoddart.jpg

Raffaele Sorrentino

Nonostante la sorte avversa, resta degna di nota la rimonta di Andre Akkari che si è guadagnato l'acceso al tavolo finale con uno scontro fra short stack sulla fine del Day 5. Il brasiliano ha dimostrato di padroneggiare il gioco rendendosi protagonista di azioni aggressive nei momenti giusti e ha anche toccato la vetta della classifica, però deve arrendersi anche lui alla dura legge dei coinflip.

NEIL3576_PCBAR2017Andre_Akkari_Neil Stoddart.jpgAkkari scruta Petkov

Petkov manda i resti con A♥9♠ da piccolo buio, Akkari chiama per 7.775.000 dal grande buio con 4♥4♣. Il board è emozionante ma beffardo: 6♣5♠6♥ al flop, sulla Q♠ del turn Akkari è a un passo dal raddoppio ma i tifosi brasiliani restano gelati dal 5♣ del river che accoppia il board rendendo l'asso kicker vincente per Petkov. Andre Akkari chiude al 5° posto per €319.760.

La struttura mette sempre più pressione agli stack, nonostante i milioni di chip, in termini di bui ci sono davvero pochi spazi di manovra, e Kaufman è costretto a cercare l'ennesimo raddoppio dopo diverse azioni concitate. Lo fa pushando 4.700.000 nel livello 37 (300.000/600.000, ante 100.000) con K♥Q♥ ma Sebastian Sorensson chiama con A♥Q♠. Scendono in sequenza 4♠2♥J♠5♥T♠, così Brian Kaufman Esposito conclude la sua cavalcata in quarta piazza incassando €402.000.

NEIL3618_PCBAR2017Brian_Kaufman_Neil Stoddart.jpgBrian Kaufman Esposito

Rimasti in 3, e iniziato il livello 38 (400.000/800.000, ante 100.000), i finalisti decidono di chiudere un accordo. Lo stesso Raffaele, che si era mostrato poco incline al deal nella tappa che lo vide campione, capisce che ormai si tratta di giocare quasi 3 milioni di euro in coinflip con questa struttura, spinge quindi anche lui per dividere il montepremi restante.

8G2A3698_PCBAR2017Deal_Neil Stoddart.jpgI 3 finalisti riscrivono le monete del podio

Al momento dell'accordo Sorrentino ha 13.900.000, Sorensson 17.675.000 e Petkov 18.825.000. Il payout originale prevedeva €1.410.000 al vincitore, €790.500 per il runner-up e €554.000 al terzo classificato. I 3 decidono di riscrivere le monete in base alle chip: €917.347 per Petkov, €887.043 per Sorensson e €850.110 per Sorrentino, lasciando €100.000 di premio per il vincitore del torneo.

È stato un sogno bellissimo quello dell'azzurro ma non finisce proprio come sperato, anche se ci è mancato davvero poco. Ciò che ha realizzato è già oltre ogni aspettativa perché tornerà a casa con €850.100: apre Sorensson a 3.900.000 dal piccolo buio, Raffaele pusha i suoi 14.200.000 e lo svedese ci pensa un po' ma alla fine chiama. L'azzurro conta su A♥Q♦, Sorensson ha 3♦3♠.

Coinflip fatale per Sorrentino

Il board, stavolta, non regala niente al tricolore: 6♣6♦2♥7♦J♥, e finisce qui per "raffibiza", con un premio grande quasi il doppio rispetto a quello vinto nella tappa di Montecarlo, dove invece ha trionfato alzando la picca al cielo, e l'amarezza di non esserci riuscito di nuovo, nel secondo Main Event PSC disputato di seguito, contro ogni previsione e fantasia.

8G2A3729_PCBAR2017Sebastian_Sorensson_Raffaele_Sorrentino_Neil Stoddart.jpgSorrentino chiude al terzo posto

Incredibile quello che è riuscito a fare, vincere un altro Main Event del PokerStars Championship a distanza di così poco tempo è qualcosa ai confini della realtà ma essere arrivato 3° non è da meno. Serviva giusto un pizzico di fortuna in più ma Raffaele Sorrentino ha giocato egregiamente e non ha nulla da recriminarsi. A questo punto Sorensson parte con un vantaggio schiacciante: ha ben 40.900.000 rispetto ai 9.500.000 di Petkov.

8G2A3741_PCBAR2017Sebastian_Sorensson_Neil Stoddart.jpgSorensson parte in netto vantaggio

Lo svedese prova a mettere pressione, talvolta anche con giocate al limite, e sceglie size corpose per i suoi rilanci finché non arriva il match point: Sorensson apre a 3,4 milioni con K♦J♣ e poi chiama il push di Petkov che invece ha Q♥J♠.

8G2A3793_PCBAR2017Sebastian_Sorensson_Lachezar_Petkov_Neil Stoddart.jpgSorensson contro Petkov

Ecco il board: T♠8♠J♦6♠9♦, è il nove al river che chiude la scala e ribalta l'esito della mano. Il raddoppio di Petkov lo riporta in carreggiata. Il testa a testa continua per un bel po', i due sfidanti si chiudono e spesso si rendono protagonisti di giocate che non lasciano molto spazio alla tecnica.

Petkov lentamente risale ma quando si arriva al 41° livello (800.000/1.600.000, ante 200.000) rompe gli indugi e va all-in con K♣9♥ per i suoi 18,2 milioni ma trova Sorensson con A♣K♥ che non aspetta altro per chiudere la partita.

La mano finale

A♠2♦3♣ è il flop, adesso servono soltanto due nove di fila a Petkov per rimontare, ma il J♦ al turn lo decreta drawing dead e il T♠ sul river è pura formalità: Sebastian Sorensson è il nuovo campione del PokerStars Championship Barcellona per €987.043 e Lachezar Plamenov Petkov deve accontentarsi di un 2° posto da €917.347.

Data: Dal 20 al 27 agosto 2017
Buy-in: €5.300
Iscritti: 1.682
Montepremi:‎ €8.157.700

POSNAMECOUNTRYPRIZE
1Sebastian SorenssonSweden€987.043*
2Lachezar PetkovBulgaria€917.347*
3Raffaele SorrentinoItaly€850.110*
4Brian KaufmanUruguay€ 402.000
5Andre AkkariBrazil€ 317.960
6Usman SiddiqueUK€ 252.000

GUARDA IL PAYOUT COMPLETO

Rivedi il tavolo finale a carte scoperte

Il prossimo appuntamento col PokerStars Championship è a Praga dal 7 al 18 dicembre.

Gianvito Rubino per PokerStars.it

Archivio