Wednesday, 29th May 2024 20:42
Home / Antonio "91Tony" Merone, 3° al PSF di Dublino per €78.554: "È il risultato di tanto impegno"

Antonio Merone, conosciuto su PokerStars.it come “91Tony“, è un giocatore professionista napoletano che attualmente vive a Malta e qualche giorno fa ha centrato un 3° posto da oltre €78.554 nel Main Event del PokerStars Festival di Dublino, chiudendo un accordo da chipleader con altri tre finalisti. Il torneo sarà poi conquistato da Gary McGinty, in testa al chipcount insieme all’azzurro al momento del deal; l’irlandese ha incassato una prima moneta da €91.808. Un altro giocatore italiano, Ivan Tononi, si è fermato in quinta piazza per un premio da €35.780.

Nella scena pokeristica lo conoscono insieme a Lorenzo, suo fratello, anche lui giocatore professionista: “Abbiamo iniziato insieme a giocare in maniera professionale e ci confrontiamo spesso, anche se ora un po’ meno dato che io vivo a Malta e lui è tornato a Napoli“.

antonio_merone_psf_dublino.jpgAntonio “91Tony” Merone

Ho iniziato a giocare per divertimento circa 4 anni fa in un circoletto a Napoli grazie a un collega che mi ha fatto conoscere questo gioco“, poi la svolta dell’online: “Per me il poker è solo un lavoro, ovviamente non un lavoro come tanti altri ma sinceramente se devo divertirmi preferisco fare altro: al tavolo per me si fa sempre sul serio“. Un lavoro non necessariamente full-time e con orari adattati ai palinsesti: “Ad agosto ho giocato poco per prendermi un po’ di vacanza mentre a settembre ho grindato tutti i giorni, mediamente gioco 4 volte a settimana e inizio verso le 18:00, tranne la domenica, quando invece si parte alle 15:00; gioco principalmente MTT ma spesso e volentieri anche cash game, sia in modalità Zoom che normale.”

Se questo è il primo risultato live di rilievo per Antonio, online ha già avuto modo di mettersi in luce: “Ho ottenuto un 2° posto da $29.000 a settembre e un altro da $22.000 a maggio nello SCOOP, su PokerStars.it ho raggiunto due volte il deal nel Night On Stars del lunedì incassando ogni volta €10.000“. La piattaforma più grande d’Italia fa regolarmente parte del suo palinsesto: “Su PokerStars.it gioco Afternoon On Stars e The Hot da €100 il pomeriggio, più il Night On Stars e il The Bigger la sera, la domenica invece solo Sunday Evening, Sunday Special e Sunday High Roller. Poi ovviamente dipende dalla sessione e valuto volta per volta se aggiungere anche il Sunday 6-Max e il Sunday KO da €30.” Senza contare il 2° posto ottenuto al TCOOP-12 lo scorso anno, risultato che gli ha fruttato €6.991. Nel giro di tre anni ha accumulato un profitto da oltre €65.000 solo nei tornei giocati su PokerStars.it.

merone_final_table_dublino.jpg

Dopo aver conquistato due bandierine nel PokerStars Championship di Barcellona, a Dublino ha trovato la consacrazione: “Il field era abbastanza morbido e il torneo fortunatamente è andato bene dalla fase iniziale, infatti il mio flight l’ho chiuso da 3° in chip. Il Day 2 è stato un po’ in salita dato che ho perso svariati showdown ma, nonostante ciò, ho raggiunto il final day in average. Nel Day 3 sono riuscito a raddoppiare subito il mio stack vincendo tanti piatti senza arrivare allo showdown, mettendo comunque pressione sugli avversari. Al tavolo finale sono stato costretto a giocare un paio di coinflip ma, per mia fortuna, li ho vinti entrambi, anche se in realtà solo uno dei due avrebbe influito pesantemente sull’andamento del torneo: avevo due donne contro AK, al flop c’erano K, Q e 6, con Q e 6 di picche. Insomma, un flop da brividi. Fortunatamente sono cascati un turn e un river ininfluenti. Rimasti in 4 abbiamo optato per un deal dato che gli scalini del montepremi erano importanti, già in heads up ipoteticamente mi sarei dovuto giocare €50.000, e per questo motivo ho deciso di chiudere un accordo nonostante fossi chipleader del torneo insieme al futuro campione. Dopo aver trovato l’eliminazione al terzo posto sono rimasto un po’ rammaricato per non esser riuscito a vincere la picca. Ma il rammarico è durato giusto il tempo di arrivare in cassa a riscuotere il premio 🙂“. Lo rivedremo presto di nuovo in azione ai tornei live, soprattutto nel grande evento di dicembre: “Al PokerStars Championship di Praga ci sarò sicuramente!“.

Il piazzamento appena ottenuto significa più della cifra vinta: Per me questo risultato è il coronamento di tanto impegno e applicazione al gioco. Io ho fatto sempre le cose gradualmente iniziando a giocare i Sit & Go da €0,50 fino ad arrivare a giocare il Main Event WCOOP e l’EPT di Barcellona da €5k di buy-in. Magari un giorno, chissà, riuscirò a sedermi al tavolo con i migliori, a buy-in ancora più alti. Questo per me è un ulteriore motivo di orgoglio perché ogni cosa che sto facendo nella mia carriera pokeristica non arriva a caso: dietro c’è tanta dedizione e studio del gioco“. Per la cifra vinta non ci sono particolari destinazioni, se non quelle di ogni pro: “Andrà ad incrementare il mio bankroll e giocherò più serenamente i buy-in che giocavo fino ad ora, ovvero fino ai $1050“.

“Ci tenevo solo a ringraziare tutte quelle persone che mi hanno fatto i complimenti per il risultato e sono state veramente in tante, sinceramente non me lo aspettavo ma mi fa veramente molto piacere perché vuol dire che se sono arrivato fino a qui ci sarà un motivo :)”.

Gianvito Rubino per PokerStars.it

Articoli correlati

Ultimi Articoli

Impara a giocare a poker con Pokerstars Learn, esercitati con l'app di PokerStars

Prova la nostra classifica gratuita Scholars per mettere alla prova le tue nuove abilità.