Il Manchester United, in netta ripresa dopo un avvio shock, prova a fermare l’Arsenal, che comanda la classifica a punteggio pieno davanti al Manchester City. I Red Devils, che hanno condotto una campagna acquisti faraonica, hanno già sconfitto il Liverpool a Old Trafford. 

Vince Manchester United2.45Pareggio3.40Vince Arsenal2.60

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 4 settembre 2022

Ora del calcio d’inizio? 17:30

Dove si gioca? Old Trafford (Manchester)

Canale TV? Sky Sport 1

Manchester United-Arsenal: presentazione della partita e pronostico

Ci ha provato fino all’ultimo giorno di mercato il Manchester United a piazzare Cristiano Ronaldo, ma senza riuscirci. Così, ten Hag si ritrova ancora con la patata bollente di un CR7 scontento, che avrebbe voluto a tutti i costi giocare la Champions League, ma ma chi gioca la massima competizione evidentemente non era dello stesso avviso. L’asso portoghese, la cui carta d’identità segna già 37 primavere sulle spalle, è rimasto prigioniero del suo ingaggio faraonico, che nessun altro club poteva e voleva accollarsi, nemmeno con un sostanzioso aiuto da parte dello United. Il bello è che senza di lui, o con un ruolo che al massimo è da comprimario, i Red Devils stanno finalmente iniziando a ingranare dopo un avvio da incubo con le due sconfitte con il Brighton in casa e quella umiliante con il Brentford.

Sono arrivate poi 3 vittorie consecutive, la prima nella classica con il Liverpool, che ha un po’ rappresentato la svolta, a cui sono seguite quelle in trasferta con Southampton e Leicester, con il medesimo punteggio di 1-0. Il massimo con il minimo sforzo. Adesso c’è un po’ la prova del nove perchè lo United, che ha concluso l’ultima sessione di mercato spendendo qualcosa come 240 milioni o giù di lì con i colpi negli ultimi giorni di Casemiro e Anthony, riceve a Old Trafford l’Arsenal, fin quì perfetto. I Gunners infatti sono l’unica squadra rimasta a punteggio pieno dopo le prime 5 giornate e comandano la classifica davanti al Manchester City. Mikel Arteta è riuscito a trovare ben presto la quadratura del cerchio e l’Arsenal che si sta ammirando in queste prime settimane è ben diverso da quello visto nelle ultime stagioni con troppi alti e bassi. Quello di Old Trafford è un test molto importante anche per i londinesi, che vogliono capire se sono in grado di poter lottare effettivamente per i massimi traguardi.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Doppia chance 1X1.40Under 2.52.10Risultato esatto: 1-010.00

La partita nel dettaglio

La partita con i Gunners potrebbe essere l’occasione per vedere Casemiro dal primo minuto. Il brasiliano, acquistato dal Real Madrid per 60 milioni, ha giocato solamente due spezzoni con Southampton e Leicester e la sua esperienza farebbe sicuramente comodo in una partita così delicata. Spodestare McTominay dal cuore del centrocampo tuttavia non è un gioco da ragazzi e sarà ten Hag a fare le sue valutazioni in merito. L’altro grande colpo, Anthony, per il quale è stato staccato un assegno quasi a tre cifre, è appena arrivato a Manchester e andrà in panchina. Per il resto, il tecnico olandese le sue scelte le ha già fatte, facendo fuori non solo Ronaldo ma anche Maguire e Fred, ormai diventati delle riserve di lusso. Davanti a de Gea i quattro sono Dalot, Varane, Martinez e Malacia, a centrocampo la qualità è garantita da Eriksen e Bruno Fernandes mentre in attacco, in attesa di Anthony, il tridente è composto da Elanga, Rashford e Sancho. Sempre indisponibile Martial, che continua ad avere problemi al tendine d’Achille.

L’Arsenal deve fare a meno di Zinchenko, al suo posto a sinistra giocherà Tierney. A destra rientra l’ex bolognese Tomiyasu, partito dalla panchina contro l’Aston Villa, con Gabriel e Saliba al centro. Un cambio anche in mediana rispetto alla formazione che ha sconfitto 2-1 i Villains, con White che dovrebbe essere preferito a Lokonga e affianca Xhaka. Odegaard, sostituito mercoledì scorso, non è al meglio e sulla trequarti dovrebbe partire Smith Rowe, con Saka e Martinelli ai lati di Gabriel Jesus nel 4-2-3-1 di Arteta.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...