Vincere per continuare a sperare nell’impresa. La Juventus di Massimiliano Allegri vola allo stadio Da Luz di Lisbona per sfidare il Benfica nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League con l’obiettivo di ottenere i tre punti. Con un altro risultato, il sogno ottavi si spegnerebbe con un turno d’anticipo.

Vince Benfica1.90Pareggio3.40Vince Juventus3.70

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Martedì 25 ottobre 2022

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Estadio Da Luz (Lisbona)

Canale TV: Canale 5 e Sky Sport Football

Benfica-Juventus: presentazione della partita e pronostico

Numeri alla mano, la Juventus sembra aver rialzato la testa. Dopo il tonfo clamoroso in Israele contro il Maccabi Haifa per 2-0, i bianconeri hanno prima vinto il derby contro il Torino per 1-0 grazie al gol di Vlahovic, salvo poi confermarsi con il netto successo sull’Empoli per 4-0. La doppietta di Rabiot e i gol di Kean e McKennie hanno portato la Juventus al settimo posto con 19 punti, anche se il divario dalle prime resta comunque pesante. I bianconeri, però, hanno mostrato un’ottima tenuta difensiva – secondo clean sheet consecutivo per Szczesny – e anche in attacco riescono a produrre un gioco più efficace, trovando più facilmente la via del gol. Gol che è fondamentale trovare a Lisbona nel match contro il Benfica: la Vecchia Signora, al momento, è terza in classifica con 3 punti in 4 partite, a -5 da Benfica e PSG, che comandano il girone con 8 punti.

Per passare il turno, alla Juventus servirebbe qualcosa che assomiglia ad un miracolo sportivo. Fondamentale sarà vincere in Portogallo – meglio con due o più gol di scarto, visto il successo dei lusitani a Torino per 2-1 all’andata – e nell’ultima in casa contro il PSG e sperare che i francesi e i portoghesi facciano passi falsi con gli israeliani, terzi a pari merito con la Juve con 3 punti ma dietro per differenza reti negli scontri diretti. La Juve non deve fare calcoli e andare in Portogallo con l’obiettivo di ottenere i tre punti e non sarà facile, anche perché il Benfica finora non ha mai perso in stagione. 9 vittorie e un pareggio in campionato, 2 vittorie e 2 pareggi in Champions e una vittoria in Coppa di Portogallo contro il Caldas. Las Águias, tra l’altro, arrivano al big-match con grande fiducia, dopo il successo nell’O Clássico contro il Porto: a decidere un match ad alto tasso di intensità ed agonismo – ben 11 ammonizioni e un rosso – è stato Rafa Silva al 72′ che ha portato il Benfica a 28 punti, a +6 proprio sul Porto dopo 10 giornate.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.80Juventus segna il 1° gol2.55Risultato esatto: 1-212.00

La partita nel dettaglio

Per quel che concerne le probabili formazioni, partiamo da padroni di casa che dovrebbero schierare una formazione non troppo diversa da quella che ha vinto contro il Porto venerdì sera. In porta c’è Vlachodimos, Bah e Grimaldo sono i due esterni della difesa a quattro che vedrà in mezzo Otamendi e, probabilmente, il giovane Antonio Silva, che si è ben disimpegnato contro i Dragoes. Florentino ed Enzo Fernandez sono i due schermi davanti alla difesa, Neres, Joao Mario e Rafa Silva – Draxler non è al 100% dopo essere uscito claudicante contro il Porto, per questo potrebbe partire dalla panchina – dovrebbero essere i tre trequartisti alle spalle dell’unica punta che sarà Gonçalo Ramos, autore di 6 reti in 9 partite in campionato ma a segno solamente due volte (doppietta al Rio Ave) nel mese di ottobre.

Massimiliano Allegri, dal canto suo, sembra aver trovato una quadra definitiva con il 3-5-2 anche se l’infortunio di Bremer priva il tecnico livornese del suo difensore più forte e performante. A protezione della porta di Szczesny ci saranno Bonucci, Danilo ed Alex Sandro – o, in alternativa, Rugani – mentre Cuadrado e Kostic saranno i due esterni titolari. A centrocampo, Allegri ora ha un ventaglio di scelte ma dovrebbe optare per Rabiot – autore di due gol con l’Empoli e in grande forma – e McKennie come mezzali, mentre in cabina di regia potrebbe avere una chance Paredes al posto di Locatelli. In avanti, Kean ha segnato contro l’Empoli ma Allegri è intenzionato a lanciare dal 1′ Milik, a segno all’andata, oltre che l’intoccabile Vlahovic, autore però di un solo gol nelle ultime quattro partite. Per sbancare Lisbona, serve anche la miglior versione del 22enne serbo, che in Champions ha segnato un solo gol – contro il Maccabi all’andata – in quattro partite.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...