Le varianti meno conosciute del blackjack
Home | Tutorial | Blackjack | Le posizioni al tavolo del Blackjack: hanno importanza?

Le posizioni al tavolo del Blackjack: hanno importanza?

21 Giugno 2023

Chi ha giocato a poker sa perfettamente quanto sia fondamentale il posto in cui ci si siede al tavolo, visto che a seconda di chi avremo di fianco, potrebbero cambiare molte delle strategie di gioco.

Ma nel Blackjack ci sono dei posti al tavolo in cui è particolarmente vantaggioso sedersi? Proviamo a scoprirlo insieme.

Qual è il miglior posto nel Blackjack?

Siete appena entrati in una sala da gioco, pronti a sedervi al vostro gioco preferito, il Blackjack. Ci sono un paio di tavoli disponibili, tutti con un solo posto libero ma sempre in una posizione diversa. In quel caso, qual è il più conveniente da scegliere?

Partiamo da un presupposto puramente “matematico”: la posizione al tavolo non influisce in alcun modo sulla probabilità statistica di ottenere un punto piuttosto che un altro. Per cui di fatto, se stiamo semplicemente giocando per divertirsi o al limite applicando una sana strategia di base, non ha molta importanza quale posizione andremo a scegliere.

Possiamo semmai optare per circondarci da quelli che sembrano i giocatori più simpatici se siamo lì per divertirci, o viceversa puntare sul tavolo dove abbiamo visto seduti quelli più esperti e meno esuberanti. Ma dal punto di vista del gioco, è lo stesso.

Scegliere il posto in prima posizione

Facendo un certo tipo di considerazione, potremmo però intanto dire che c’è un posto probabilmente da evitare, ovvero quello in prima posizione. Come detto non cambia nulla dal punto di vista di probabilità di vittoria, ma certo ci ritroveremo ogni mano a essere costantemente i primi a parlare, avendo quindi meno tempo di tutti gli altri al tavolo per pensare alle nostre scelte.

Un problema relativo se stiamo giocando for fun o con una strategia base già assimilata, ma una considerazione da tenere a mente se magari siamo alle prime armi (quindi può essere utile avere un margine di tempo in più da sfruttare) e soprattutto se invece, abbiamo intenzione di utilizzare una strategia più avanzata come il contare le carte.

In quel caso, la scelta dovrebbe ricadere necessariamente su un’altra posizione, quella della “Terza Base”.

Il posto migliore: la “Terza Base”

Il posto che viene chiamato in gergo “Terza Base” non è nient’altro che quello alla destra del mazziere, ovvero quello del giocatore che sarà l’ultimo ad agire in ogni mano prima del Banco stesso.

Una posizione di vantaggio come detto, se abbiamo anche solamente intenzione di avere quel minimo di tempo in più per poter decidere della nostra azione (essendo ultimi a parlare), ma ancora più profittevole se siamo di quei giocatori che stanno in qualche modo “contando le carte”.

In quel caso infatti, il vantaggio è duplice. Da una parte avremo conoscenza di tutte le carte uscite durante la mano e potremo aggiornare il conteggio con qualche informazioni in più, dall’altra la posizione stessa è logisticamente utile per poter effettuare un accurato conteggio tenendo sott’occhio tutto il tavolo senza movimenti particolari della testa (cosa che spesso fa scattare l’allarme in chi ci sta osservando).

I pericoli dell’ultimo posto

C’è anche un’ulteriore considerazione da fare su questa posizione però. Essa viene spesso ritenuta anche fondamentale per la vittoria della mano da parte dell’intero tavolo, visto che essendo l’ultimo a giocare prima del Banco, potrebbe far scendere la carta giusta utile poi a far “Sballare” il mazziere, o viceversa compiere l’errore decisivo che fa perdere altri giocatori.

Questa percezione è ovviamente sbagliata da un punto di vista statistico, visto che non c’è realmente alcuna correlazione tra le cose (anche in caso di errore del giocatore a chiedere o non chiedere una carta). Ma visto che molti non la pensano così e che, onde evitare di essere additati come responsabili di un colpo perso (e si sa quanto molti giocatori siano suscettibili a queste cabale), allora meglio evitare di sedersi in quel posto se vogliamo fare la nostra sessione senza ulteriori pressioni.

Ci sono del resto tutte le posizioni intermedie che possono offrirci più o meno gli stessi vantaggi, senza rischiare nulla.