Thursday, 13th June 2024 06:13
Home / EPT Story Praga 2007: il tornado Gino Alacqua risparmiò Arnaud Mattern

Il cammino che stiamo facendo in queste settimane per darvi conto di tutto quello che è successo in 20 anni di European Poker Tour, ci porta a Praga, dove, nella stagione numero 4, la battaglia a colpi di All in e Fold fu vinta dal francese Arnaud Mattern.

Fu la prima delle due vittorie transalpine di quella stagione back to back, visto che meno di un mese dopo, Bertrand Grospellier conquistò il successo a Nassau, Bahamas, al Main Event PokerStars Caribbean Adventure.

Fu, la quarta, una stagione in cui il costo di iscrizione di ognuno dei Main Event EPT, diventò una sorta di argomento di cui discutere a tutte le cene a cui partecipava lo staff della macchina organizzativa del Tour, tanto che dalla season successiva, le cose si assestarono in maniera decisamente più netta.

Andiamo con ordine e partiamo dai numeri della tappa ceca.

EPT Main Event Praga 2007 a Mattern

Un numero particolarmente curioso lasciò il segno al termine della Late Registration dell’European Poker Tour Main Event del 2007 giocato a Praga.

Un totale di 555 giocatori decisero di investire un costo di iscrizione pari a €4.700, chi direttamente e chi tramite satelliti, creando così un prize pool da €2,530.240, suddiviso al termine della late registration in 56 posti pagati.

La vittoria andò ad uno dei giocatori che, nonostante la presenza, l’exploit del quale vi stiamo parlando e un generale sentore di essere di fronte ad uno che ci sapeva fare, non è presente con una certa frequenza tra i primi posti dei tornei internazionali degli ultimi anni.

In realtà Mattern ha fatto perdere le sue tracce soprattutto negli anni che passano dal 2017 fino al 2022, dunque, anni bui del Covid compresi, ma non è che i risultati siano tornati come un tempo. Mattern ha vinto un totale di poco meno di 2,5 milioni di dollari secondo il sito di raccolta Hendonmob.

La vittoria di Praga rimane di gran lunga la sua vittoria e il suo cash più alto in carriera, tanto che in quell’occasione Mattern, portò a casa una prima moneta di poco superiore al milione di dollari, €708.400.

Il Final Table

Quel torneo si giocò dal 10 al 14 dicembre del 2007 e la location fu fin dall’inizio quella storica dell’Hilton Prague della capitale della Repubblica Ceca che ha accolto e continua ad accogliere nella prestigiosa sala convegni dell’Hotel i tornei più prestigiosi al mondo di poker e gli eventi che una location così può garantire in termini di spazio.

Il Final Day, all’epoca, corrispondeva al tavolo finale a 9, ben prima che, per via delle dirette televisive, il Final Table Ufficiale, si facesse partire a sei elementi.

Tra gli ultimi nove rimasti in gara, vi era ancora in lizza un nostro connazionale, il famigerato e popolarissimo Gino Alacqua, che, soprannominato “El Diablo“, in quegli anni vinse di tutto e di più, soprattutto nella location che fece in qualche modo da casa sua, il Casinò di Campione, che allora girava a pieno regime.

Gino Alacqua

Alacqua chiuse al secondo posto quel Main Event, iniziando il suo tavolo finale quinto assoluto nel count provvisorio, esattamente nel bel mezzo tra i nove players left.

Ecco la tabella con i giocatori e i loro stack:

GiocatoreStackPosto
Mikael Norinder1,036,0005
Arnaud Mattern980,0009
Dag Palovic759,0007
Kristian Kjondal740,0002
Gino Alacqua660,0003
Juha Lauttamus567,0001
Markus Golser352,0004
Johannes Strassmann245,0008
Nedzib Suman216,0006

La cronaca delle ultime battute

In quell’occasione il tavolo finale visse su una mano che si giocò tra i due chipleader dopo pochi minuti dallo start, con Norinder che si ritrovò a giocare in maniera fin troppo aggressiva il suo AQ, con il quale si giocò tutto contro la coppia di Kappa di Mattern che divenne così il chipleader del torneo con uno stack di oltre 1,5 milioni, riducendo a 220.000 quello del suo avversario.

Norinder uscì all’ottavo posto, subito dopo l’eliminazione del compianto Johannes Strassmann al nono, ma lo show di Mattern continuava e in breve tempo il francese tagliava il traguardo dei 2 milioni in chips.

Alacqua entrò in gioco attivamente dopo un bel po’ di tempo, peraltro vincendo un piatto interessante e scatenando così il tifo dei tanti italiani presenti in sala. A sette left Mattern, Arnaud Mattern courtesy Manuel Kovsca, aveva il 40% delle chips in gioco.

Strategia Bounty

La settima piazza fu occupata da Dag Palovic, altro giocatore molto forte di quei particolari anni, eliminato da Kristian Kjondal che rimase buono con il suo AJ contro A10 del suo avversario e non passò molto tempo prima che Nedzib Suman perse il coin flip decisivo per il suo torneo con A10 che non trovò aiuti dal board contro la coppia di 7 di Lauttamus.

Il rush finale

Dopo le eliminazioni dello stesso Golser al quinto posto ancora per mano di Lauttamus, K10 vs JQ e dello stesso Lauttamus out da Gino Alacqua, la parte 3way cominciava con il raddoppio di Alacqua, grazie a una coppia di 8 che veniva sorpassata al river contro KJ dell’azzurro che trovava un K in ultima street.

Era Kjondal a uscire in terza posizione, a causa di un colpo sfortunato che lo vedeva soccombere da Alacqua, K6 vs K5 e board 3458J.

Il testa a testa conclusivo iniziava con il giocatore italiano, scomparso qualche anno dopo, avanti 2,5:1 contro il francese, ma un heads up lunghissimo diede ragione al francese con un’ultima mano che vedeva i due metterle dentro con AK e 10Q, il flop dà qualche speranza ad Alacqua, ma turn e river regalavano la vittoria a Mattern: 26JK2.

PosizioneProvenienzaNome e CognomePremio
1stFranceArnaud Mattern€708,400
2ndItalyGino Alacqua€407,300
3rdNorwayKristian Kjondal€235,300
4thFinlandJuha Lauttamus€182,200
5thAustriaMarkus Golser€151,800
6thSwedenNedzib Suman€119,000
7thSlovakiaDag Palovic€93,600
8thSwedenMikael Norinder€63,200
9thGermanyJohannes Strassmann€39,200

Articoli correlati

Ultimi Articoli

Impara a giocare a poker con Pokerstars Learn, esercitati con l'app di PokerStars

Prova la nostra classifica gratuita Scholars per mettere alla prova le tue nuove abilità.