Saturday, 25th May 2024 15:28
Home / EPT Story Season IV: Sander Lylloff, una meteora alla conquista di Barcellona

La stagione numero IV dell’European Poker Tour organizzato da PokerStars, è quella che ha fatto da spartiacque tra le prime tre season che hanno rappresentato un po’ il rodaggio del tour pokeristico più famoso in Europa e l’esplosione che è scaturita a partire dall’estate del 2007.

Esplosione che fu in un certo qual modo annunciata con il Grand Final della stagione numero 3 giocatosi a Montecarlo nel marzo dello stesso anno, quando Gavin Griffin si impose su un field complessivo di 706 giocatori iscritti.

Si riparte da Barcellona

Tra le particolarità dei tornei giocatosi in seno all’EPT, vi è sempre stata quella dell’ammontare dei Buy In, che in più di un’occasione non hanno seguito una logica ferrea.

Ed è così che per la prima tappa della stagione numero 4 in quel di Barcellona, fu scelto un costo di iscrizione da €7.700, che non ci permette, proprio per via della disparità con i precedenti tornei giocatisi in Catalogna, di stilare un rapporto veritiero.

Nel 2007 furono 543 i giocatori iscritti alla kermesse del Casino de Barcelona, iconica casa da gioco che in futuro diventerà teatro di alcuni dei tornei più memorabili della storia del poker.

Nonostante il notevole aumento del costo di iscrizione, peraltro in nessun caso l’EPT di Barcellona fu giocato con lo stesso Buy In fino a quell’anno, si registrò il record di presenze, alla luce di un prize pool che fu suddiviso tra i primi 56 del payout.

Questi i Buy In delle precedenti tre edizioni:

STAGIONEBUY INGIOCATORIVINCITORE
1€1.000229ALEXANDER STEVIC
2€4.000327MARK TELTSCHER
3€5.000 480 BJOR-ERIK-GLENNE

Un crescendo rossiniano

Come avete appena notato dalla tabella precedente, fino al 2006, furono disputate delle tappe con un numero di iscrizioni sempre maggiore rispetto all’evento dell’anno precedente, e così successe anche nella tappa di apertura del 2007 di cui vi stiamo scrivendo in questo pezzo.

Lungomare Barcellona

Il Main Event di quella edizione, fu preso d’assalto, come già scritto, da 543 giocatori, e si disputò dal 28 agosto al primo settembre del 2007. Il montepremi complessivo fu conteggiato in €4.181.100.

Tra i giocatori italiani si fecero onore in quell’edizione Massimiliano Rosa, 49° per €10.500 e Alessio Isaia da Roccabruna, che chiuse il suo percorso al 16° posto per una moneta pari a €25.100.

Ma non vi è da parlare dei soli giocatori italiani che terminarono il loro cammino tra i 56 players in the money, ma ci sarebbe da mettere in risalto anche altri campioni che hanno piantato la bandierina catalana.

Tra gli altri chiusero a premio la tedesca, ex PokerStars Team PRO, Katja Tather 47^ per €12.550, o il mitico John Spadavecchia, 36° per €14.650, personaggio statunitense che incontriamo spesso nei report delle World Series Of Poker.

E ancora Fabrice Soulier, Michael Wrong, Dag Mikkelsen, terribile norvegese che giocò ad altissimi livelli proprio in quegli anni e ancora Davidi Kitai, che chiuse ai margini del tavolo finale e Juan Maceiras, nono per €64.800.

Alessio Isaia

L’heads up finale

Fu un autentico dominio, quello di Sander Lylloff, che portò a casa il titolo dopo un totale di 105 mani giocate, al termine delle quali mise in tasca la non disprezzabile cifra di €1.170.000, sconfiggendo nel testa a testa conclusivo uno dei giocatori più forti e in vista dell’epoca, Mark Teltscsher, runner per €673.000.

L’ultimissimo atto del Main Event di Barcellona di quell’anno cominciò con Lylloff avanti in chips per un importo superiore al doppio dei pezzi, 3,66 milioni, contro 1,77 milioni del suo avversario, quando i bui dicevano 30.000/60.000.

Non fu un heads up molto lungo, visto che dopo sole sei mani si procedeva all’assegnazione del trofeo e alle foto di rito.

Lyllof rilanciava a 120.000, 3bettato dal suo avversario a 260.000, ma Lyllof non ci stava e le metteva tutte dentro, originando lo snap call di Teltscsher con una coppia di Kappa, KK, decisamente avanti sulla combo del danese, che si presentava allo showdown con J10.

Il flop era monotone e la notizia buona per Teltscsher era quella che presentava solo cuori, forte del suo K, ma la meno buona era che tra le tre carte comuni, appariva un J, accompagnato da Q7.

Il turn completava l’opera a favore di Lylloff, grazie ad un J che regalava il tris all’ormai prossimo vincitore del Main Event, in quale poteva levare le braccia al cielo grazie ad un pleonastico 4 caduto sul river.

PosizioneNazioneGiocatorePremio in EuroPremio in dollari
1stDenmarkSander Lylloff€1,170,700$1,600,388
2ndEnglandMark Teltscher€673,000$920,015
3rdUnited StatesGregory Dyer€388,800$531,503
4thFinlandMika Paasonen€301,000$411,478
5thNorwayTrond Eidsvig€250,800$342,852
6thUnited StatesAdam Junglen€196,500$268,622
7thAustriaNikolaus Jedlicka€154,700$211,480
8thFrancePatrick Bruel€104,500$142,855
9thSpainJuan Maceiras€64,800$88,584

Articoli correlati

Ultimi Articoli

Impara a giocare a poker con Pokerstars Learn, esercitati con l'app di PokerStars

Prova la nostra classifica gratuita Scholars per mettere alla prova le tue nuove abilità.