Thursday, 18th April 2024 17:45
Home / Henry Orenstein, l’uomo a cui dovete la vostra passione per il poker

Non ci sono cifre ufficiali a testimoniarlo, ma solo una ragionevole certezza che i moltissimi tra voi potranno confermare. Del resto, quanti appassionati hanno scoperto il poker grazie a qualche show televisivo o allo streaming di un tavolo finale? Moltissimi, compreso te che stai annuendo in questo momento. E tu, voi, noi, tutti, per questo tipo di intrattenimento dobbiamo ringraziare una sola persona e la sua genialità: Henry Orenstein.

HENRY ORENSTEIN E IL BLUFF AI NAZISTI

Nato nell’ottobre del 1923 in Polonia a Hrubieszów, cittadina vicina al confine orientale con quella che oggi è l’Ucraina, Henryk Orenstein era figlio di una casalinga e un esportatore di grano. Come moltissimi ebrei polacchi, con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale Henry fu deportato nei campi di concentramento nazisti. Come raccontò egli stesso nella sua biografia “I SHALL LIVE – SURVIVING AGAINST ALL ODDS” (“Io vivrò – sopravvivere contro ogni previsione”), Henryk riuscì a sopravvire a ben 5 campi di sterminio.

Proprio quell’esperienza terribile lo aiutò a sviluppare la sua innata capacità di pensare fuori dagli schemi. Infatti, in uno di questi campi riuscì a sopravvivere grazie a un incredibile bluff. Un bluff non messo a segno giocando a carte, ma fingendo di essere un esperto in matematica per partecipare a un progetto (“Kommando”) per produrre un gas speciale capace di paralizzare i carri armati nemici. Si trattava di un progetto assolutamente fasullo, ideato per giunta da alcuni ufficiali tedeschi che volevano evitare di finire al fronte. Fu anche la salvezza di Henryk e dei suoi tre fratelli, le cui appena più che basilari capacità di calcolo ne fecero degli espertoni da sottrarre a un molto probabile sterminio.

“Una volta feci un calcolo approssimativo sulle mie probabilità di sopravvivenza, considerando tutte le persone che c’erano dentro i campi. Il risultato era di circa 14.000 contro 1”, scrisse nella sua biografia quando ormai era un cittadino degli Stati Uniti.

DAI TRANSFORMERS AL POKER TELEVISIVO, LE SUE INVENZIONI

Infatti, dopo essere sopravvissuto ai campi nazisti, con con la famiglia emigrò negli USA, dove cambiò il suo nome da Henryk a Henry. Il ragazzo diventò imprenditore nel campo dei giocattoli, con un indubbio talento ma alterne fortune.

Poi, un giorno all’inizio degli anni ’80, proprio per la sua esperienza nel settore venne ingaggiato dalla Hasbro, azienda americana produttrice di giocattoli. Lì Orenstein ebbe l’intuizione di credere in un progetto apparentemente poco attraente, che però diventò un gigantesco affare per la Hasbro: i Transformers.

Ma quella dei Transformers non fu l’unica grande intuizione di Henry Orenstein, altrimenti non saremmo qui a scriverne. Un giorno, guardando la trasmissione di un torneo di poker live su ESPN, pensò che si trattava di uno spettacolo noioso. “Se non puoi vedere cosa hanno in mano i giocatori, come puoi mai sentirti coinvolto?”

Così, Orenstein chiese ai suoi ingegneri di mettere a punto un sistema di mini e microtelecamere, per permettere di vedere cosa i giocatori avessero in mano. Era il 1983, ma anche stavolta Henry era un po’ troppo in anticipo rispetto ai tempi. Infatti, la “hole camera” verrà brevettata soltanto 14 anni dopo, nel 1997. Quella novità tecnologica, tuttavia, cambierà per sempre il poker.

Dal fatto di potere guardare apprezzare un bluff di Gus Hansen, o di immaginare cosa stia pensando Patrik Antonius in una importantissima mano di cash game televisivo, il poker ha potuto ampliare a dismisura la sua popolarità. E per questo, dovremo sempre ringraziare il buon Henry Orenstein, purtroppo deceduto nel dicembre del 2021 a 98 anni compiuti, ma la cui vita ha lasciato un segno in tutti noi. Anche in chi non ‘aveva mai sentito nominare fino a oggi.

Una mano come questa tra Chris Moneymaker e Florian Langmann al PokerStars EPT Londra del 2007, ma anche come migliaia e migliaia di altre mani, senza Henry Orenstein non sarebbe esistita.

Articoli correlati

Ultimi Articoli

Impara a giocare a poker con Pokerstars Learn, esercitati con l'app di PokerStars

Prova la nostra classifica gratuita Scholars per mettere alla prova le tue nuove abilità.