Saturday, 25th May 2024 14:28
Home / Qual è il bankroll ottimale per gli Spin&Go di PokerStars?

La gestione del bankroll è una fetta importantissima del poker: si tratta di elaborare un sistema per gestire il denaro destinato al poker minimizzando il rischio di perderlo, e allo stesso tempo aumentare al massimo i benefici delle vincite.

Alcuni giocatori seguono dei modelli matematici molto precisi, che necessitano di dati statistici complessi. Altri, per lo più, vanno “a sentimento”, sapendo di non dover allontanarsi troppo da un certo range.

Per tornei e cash game i parametri di riferimento sono piuttosto noti e intuitivi, ma per gli Spin & Go di PokerStars qual è il bankroll ideale? La risposta è tutt’altro che semplice, andiamo ad approfondire.

Alta volatilità, cambi livello frequenti

Gli Spin and Go sono una specialità del poker caratterizzata da una varianza molto elevata: sit & go hyper turbo da pochi giocatori con montepremi casuale e la possibilità di non pescare mai alti moltiplicatori (o essere particolarmente fortunati!).

Per gli stessi motivi è anche complicato comprendere bene il proprio winrate, che sarà tutto fuorché continuo. E quindi come capiamo a che livello dovremmo giocare?

Considerando che comunque tutto dipende dal successo che avremo agli Spin & Go (più saremo vincenti, più potremo essere aggressivi nella gestione del roll), il consiglio è quello di una gestione molto dinamica e un po’ aggressiva.

Fare level up anche con pochi buy-in (anche una ventina) restando però sempre pronti a fare un brusco level down se le cose andassero male.

Edge e winrate negli Spin&Go

Vista la struttura hyper-turbo e il montepremi lottery, c’è chi non ci crede. Eppure gli Spin and Go, come altre specialità, sono una modalità di poker che ricompensa molto le skill.

Avere edge contro gli avversari, conoscere la strategia Spin & Go meglio di loro, range, fasi di gioco, gestione delle emozioni, eccetera, aumenta il margine di vincita.

Utilizzare il ROI come metro di paragone, però, viene spesso sconsigliato perché non è altrettanto indicativo come per altri modelli. Ci sono troppe variabili: basterebbe vincere qualche moltiplicatore 3x di troppo e perdere qualche 2x per avere dati molto sfalsati rispetto a un altro giocatore pari a noi.

La tendenza è quella di valutare le chips vinte in media ad ogni partita (fattore estraneo a moltiplicatori), una sorta di “bb/100” del cash game, in parallelo alla frequenza di ITM che si raccomanda di tenere superiore almeno al 37% per ridurre l’impatto dei moltiplicatori.

Perché non avere un roll TROPPO aggressivo

Con gestione del roll aggressiva, intendiamo di tenere pochi stack di scorta e di azzardare level up molto veloci. La cosa bella di una gestione simile è che con una streak vincente potremo fare passi da gigante, scalare i livelli e arrivare velocemente dove vogliamo trovarci.

Però, se esageriamo (e per certi versi, anche i 20 dell’esempio possono essere esagerati), si corre un rischio troppo alto di perdere molto, se non tutto. Quello che si chiama “risk of ruin”.

Negli Spin&Go le streak negative sono molto comuni, fa parte della natura del format, e giocare con 10 buy-in significa che basterebbe perderne 3 per ritrovarci con il 30% del bankroll in meno. Poi bisognerebbe fare un level down, e anche a quel punto poche sconfitte potrebbero farci ritrovare con perdite proporzionalmente ingenti.

All’inizio parlavamo dell’equilibrio tra minimizzare i rischi e massimizzare i guadagni: qui stiamo puntando troppo a massimizzare, alle spese del rischio eccessivo.

Perché non avere un roll TROPPO deep

Se sei un giocatore più incline ad agire con moderazione, avrai invece la tendenza a giocare con un numero di buy-in maggiore, a fissare l’asticella dei level up/down più in alto della media.

In questo caso non possiamo dire che tu stia facendo male, perché danni effettivi non ne puoi commettere (anzi, aiuti a prevenirli), ma sotto una certa ottica un problema c’è.

Stiamo parlando sempre del solito equilibrio: giocando con un bankroll troppo grande, le tue vincite impatteranno poco in proporzione e la tua scalata sarà molto più lenta.

Cosa va tenuto in considerazione, quindi?

La prima cosa da considerare è il proprio approccio personale alla questione bankroll, e alla questione meramente economica.

Non dobbiamo mai giocare in situazioni che non ci fanno sentire a nostro agio, che sia perché il rischio di perdere tutto è troppo alto, o perché stiamo giocando troppo. Il consiglio vero è lavorare sul proprio mindset per stabilizzare questi aspetti, ma nel frattempo possiamo giocare a un livello inferiore, o dove ci sentiamo più confident.

Ciò detto, i fattori principali che influiscono sul bankroll sono principalmente varianza e winrate. Espandendo:

  • Varianza può essere calcolata con l’ausilio di alcuni software, ma di base agli spin & go è sempre alta. Maggiore è la varianza, più ampio dovrebbe essere il bankroll.
  • Livello del field più gli avversari sono preparati, più sarà difficile vincere, e quindi più ampio dovrebbe essere il roll. Agli Spin & Go low stakes, puoi giocare con roll molto limitati.
  • Proprie skill oggettive se siamo più forti dei nostri avversari vinceremo con frequenza più alta, e il roll potrà essere gestito più aggressivamente. È importante, però essere al 100% sinceri e realistici, senza intromettere ego, sogni e obiettivi. Ne va del nostro bankroll!

Articoli correlati

Ultimi Articoli

Impara a giocare a poker con Pokerstars Learn, esercitati con l'app di PokerStars

Prova la nostra classifica gratuita Scholars per mettere alla prova le tue nuove abilità.